Il ciclo di vita della famiglia

Il ciclo di vita della famiglia

Il ciclo vitale familiare è un modello che descrive i cambiamenti che avvengono solitamente all’interno di una famiglia nel corso degli anni. Si articola in una serie di stadi, ognuno dei quali deve essere superato affinché si possa passare con successo a quello successiva.

Ogni tappa è caratterizzata da un evento critico, come ad esempio l’arrivo o l’uscita di un componente, tale evento induce il sistema familiare a confrontarsi con una situazione nuova che produce un cambiamento nell’organizzazione del sistema familiare stesso, in quanto le precedenti modalità di funzionamento e di gestione delle relazioni non risultano più adatte. L’evento critico non rappresenta obbligatoriamente il passaggio da uno stadio all’altro ma è il fattore critico davanti al quale le modalità di funzionamento devono evolversi, innescando un processo di riorganizzazione.

Se si incontrano difficoltà in questo cambiamento si possono avere difficoltà nel superare uno stadio e a volte si può rimanere bloccati in uno specifico stadio.

Il blocco del ciclo vitale si verifica quando, nel corso di una determinata fase, non avvengono le ridefinizioni delle relazioni interpersonali e la riorganizzazione del sistema che sarebbero necessarie per passare alla fase successiva. Si parla di passaggio incompleto quando il passaggio alla fase successiva avviene soltanto superficialmente, senza che si siano realmente modificate le relazioni interpersonali e le modalità di funzionamento del sistema familiare, ad esempio una persona che si sposa senza essersi sufficientemente separata dalla propria famiglia d’origine.

Nella famiglia cosiddetta tradizionale possiamo distinguere cinque stadi. Il primo stadio è la formazione della coppia, l’evento critico tipico è la convivenza o il matrimonio, ovvero la decisione di due persone di dare origine a un nuovo nucleo familiare. Il secondo stadio è la nascita del primo figlio, quando da due si diventa tre, qualsiasi cosa succeda tra i coniugi rimarranno sempre genitori e quindi questo nuovo sistema familiare non potrà mai essere cancellato per sempre. Quando il figlio diventa adolescente le cose cambiano notevolmente e qui troviamo il terzo stadio, che racchiude tutto quel periodo dall’adolescenza fino allo svincolo dalla famiglia. Il quarto stadio la troviamo appunto nello svincolo e nell’allontanamento, in presenta di più figli questa fase inizia con l’uscita di casa del primo e termina con quella dell’ultimo. Infine vi è la famiglia nell’età anziana, come ultimo stadio, gli eventi che lo caratterizzano sono il pensionamento, la vecchiaia e la morte dei coniugi. In questo stadio la priorità è che la generazione iniziale crei spazio alla nuova generazione. 

È importante notare che, in ogni punto di transizione del ciclo vitale, tre o quattro generazioni si trovano a dover cambiare insieme. Il passaggio da una fase ad un’altra è un processo di continua riorganizzazione dei rapporti tra i membri della famiglia. Ogni passaggio è caratterizzato dalla crisi delle vecchie modalità interattive e dalla richiesta di nuove modalità evolutive.

Info sull'autore

Dott.ssa Giulia Radi editor

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: