Spesso il male di vivere ho incontrato: la depressione

Spesso il male di vivere ho incontrato: la depressione

L’organizzazione mondiale della Sanità (OMS) definisce la depressione come il male del nuovo millennio, essa rappresenta una delle patologie più diffuse al mondo; si stima che nell’arco di 20 anni sarà la prima causa di disabilità.

La depressione è definita come un’alterazione del tono  dell’umore che provoca nell’individuo che ne è colpito pensieri negativi, malessere fisico, irritabilità e stanchezza, perdita di interesse e piacere per attività che prima erano gradite, incapacità di mantenere il proprio stile di vita (male di vivere o dolore di vivere).

I sintomi sono pervasivi; ovvero si presentano tutti i giorni per gran parte della giornata (questo è l’elemento essenziale per distinguere una reazione temporanea ad una situazione da una patologia conclamata).

La percezione del tempo e dello spazio muta: il passato diventa determinate ed ingombrante, il futuro è irraggiungibile ed invisibile agli occhi del depresso. Ci si paralizza in un punto di non ritorno, sospesi in un universo fatto di dolore, isolamento, solitudine.

Le emozioni esperite (descritte da chi ne soffre) sono estremamente intime e soggettive, ma alcune di esse sono comuni a molte persone depresse: senso di inutilità, colpevolizzazioni, impotenza, rabbia, incomprensione.

Info sull'autore

Dott.ssa Valentina Ambrosio editor

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: